Corsi di laurea: come scegliere quello giusto?

I corsi di laurea aumentano di anno in anno. Ai nuovi corsi, però, non corrispondono nuove prospettive di lavoro. Infatti, l’ISTAT ha recentemente dimostrato che i giovani laureati fanno più fatica a trovare lavoro rispetto ai loro coetanei diplomati. Com’è possibile? Succede quando non scegli il corso giusto.

Se vuoi veramente che il tuo corso di studi ti porti poi nel mondo del lavoro, devi tenere conto di un fattore importante.

La domanda e l’offerta di lavoro cambiano molto velocemente. Se ti iscrivi ad un corso di laurea in Economia, non è detto che quando finirai gli studi il mondo del lavoro abbia ancora bisogno di commercialisti.

A cosa serve quindi frequentare un corso di laurea?

Un corso di laurea serve a mostrare la tua professionalità in un determinato settore. Essere laureato in Economia, per esempio, vale molto di più rispetto a chi è un esperto, ma ha solo un diploma in Ragioneria.

In più, devi vedere alla tua laurea come ad un inizio professionale, non al coronamento di un sogno. Ormai i Dottori sono tantissimi, ma sono le esperienze collegate a quel titolo che contano. Quindi, sappi fin da ora che la tua laurea andrà coltivata con master, stage all’estero, iniziative imprenditoriali personali se vuoi raggiungere i tuoi obiettivi.

Quali sono i corsi di laurea più gettonati?

Molti scelgono il corso di laurea semplicemente perché si sentono capaci di affrontare un corso di studi piuttosto di un altro. Alcuni hanno addirittura dei pregiudizi sui propri corsi di studi. Ecco i corsi di studio più gettonati per chiarirti le idee.

Lettere. Quando si parla di Lettere, i più pensano all’insegnante di italiano. Con la laurea in Lettere puoi lavorare per le case editrici come editor, lavorare nelle aziende nei settori come il cinema e la pubblicità, metterti in proprio nel mondo del web.

Ingegneria. Hai uno sbocco maggiore con una laurea in Ingegneria Informatica, ma sono richieste anche altre figure, come quella dell’ingegnere del passato: è ancora una figura da sfruttare.

Giurisprudenza. Se scegli Giurisprudenza, sappi che hai una corsia preferenziale nei concorsi pubblici e una serie di sbocchi professionali nella Pubblica Amministrazione.

Economia. Oltre allo sbocco del classico commercialista, sempre più aziende ti cercano come manager, responsabile delle risorse umane, consulente per la contabilità gestionale.

Psicologia. I campi di specializzazione sono diversi: dalla pubblicità alle devianze, dallo psicologo in studio al responsabile delle risorse umane nelle maggiori attività imprenditoriali.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *