Diploma da Privatista : come essere ammessi all’esame di maturità

Si avvicina l’esame di maturità per e gli studenti ormai sono già alle prese con tesine, simulazioni delle prove d’esame e preparazione nelle varie materie. Si inizierà martedi 20 giugno con la prima prova scritta per affrontare poi il giorno successivo la tanto temuta seconda prova, e terminare lunedi 25 con la terza, prima ovviamente di passare agli orali.

Oltre ai tanti studenti impegnati ogni mattina sui banchi di scuola, si stanno preparando all’esame anche coloro che affronteranno la maturità da privatista. Molto spesso accade infatti che per motivi di lavoro e di aiuto economico alla famiglia o per altri svariati motivi, si decida o si sia costretti ad abbandonare gli studi per poi riprenderli in un secondo momento, oppure molto più semplicemente si decida di ottenere il diploma da privatista in modo da organizzarsi in maniera più autonoma.

Al giorno d’oggi studiare da privatista è un sistema che rispetto al passato risulta alquanto diffuso e molto più accessibile, e prendere il diploma da privatista richiede un iter leggermente differente rispetto alla scuola pubblica ma che comunque non presenta ostacoli insormontabili. Vediamo quindi di capire meglio come affrontare gli esami da privatista e quali sono gli step da seguire per prendere il diploma.

Diploma Privatista : quali sono le differenze ?

Ottenere il diploma da privatista ha la stessa valenza dei diplomi ottenuti tramite la scuola tradizionale, e le differenze riguardano solamente le modalità di accesso all’esame finale. Il privatista infatti, per poter accedere alle prove di esame deve preventivamente presentare apposita richiesta (che per questo anno scolastico andava presentata entro il 30 novembre salvo proroghe speciali) e sostenere un apposito esame preliminare di ammissione.

La domanda va presentata ai Direttori Generali della Regione di residenza e deve contenere, oltre a tutta la documentazione richiesta, l’indicazione in ordine di preferenza di 3 istituti scolastici presso i quali ci si intende diplomare e la lingua o lingue straniere conosciute. Una volta fatto questo, occorre contattare il dirigente dell’istituto scelto per ricevere tutte le informazioni necessarie relativamente al programma d’esame ed alle conoscenze richieste nelle varie materie di insegnamento. Come già anticipato, prima di poter sostenere l’esame di maturità, è necessario superare un apposito esame a mezzo del quale la scuola prescelta potrà stabilire se il vostro grado di preparazione è sufficiente per poter essere ammessi alla maturità.

Superato questo primo sbarramento, si è ammessi all’esame di Stato con la qualifica di candidati esterni : al di là dell’inquadramento, sosterrete l’esame insieme agli altri candidati e sarete giudicati dalla stessa commissione e con gli stessi criteri di giudizio. Per il resto lo svolgimento dell’esame è lo stesso imposto agli altri studenti, con le tre prove canoniche ed il colloquio orale con annessa tesina da esporre in apertura di questo. Solitamente, già in fase di esami preliminari candidati esterni è necessario studiare tutti gli argomenti che poi potranno presentarsi alla maturità, ma una volta superato l’esame di ammissione preliminare, è a nostro avviso buona pratica quella di contattare qualche candidato che non sostiene l’esame da privatista e confrontarsi sui programmi d’esame per non rischiare di rimanere sorpresi da qualche domanda su argomenti che non si sono preparati a dovere.

Può anche succedere che il candidato superi l’esame preliminare, ma per qualsiasi motivo non riesca a superare l’esame di stato : in questo caso avrà comunque l’idoneità all’ultima classe del tipo di istituto di istruzione secondaria scelto per sostenere l’esame e potrà ritornare a sostenere l’esame l’anno successivo.

Come prendere il diploma da privatista ?

Non si può fornire una risposta univoca sulle motivazioni che spingono uno studente a scegliere di prendere per esempio il diploma in ragioneria preparandosi autonomamente e poi chiedendo di sostenere l’esame da privatista. In alcuni casi si tratta di una scelta ben precisa dello studente, ma in altri si tratta di una vera e propria necessità dovuta al fatto che durante il giorno si è impegnati a causa del lavoro o di impegni famigliari.

Le strade percorribili sono fondamentalmente due : la prima è quella di prepararsi in maniera del tutto autonoma, risparmiando quindi notevolmente a livello economico e con la possibilità di organizzarsi al meglio per quel che riguarda il tempo da dedicare allo studio. Il rischio del fare tutto da soli però è quello di non riuscire ad impostare un metodo di studio produttivo o di trovare difficoltà che senza il supporto di personale esperto si è poi in grado di superare.

La scelta migliore potrebbe essere quella di iscriversi ad una scuola online certificata : grazie a questi istituti infatti è possibile ottenere il diploma online in tutti i corsi previsti dal Ministero, con la possibilità di recuperare gli anni persi ed arrivare addirittura a prendere il diploma in un anno, con l’assistenza di tutor specializzati ed in grado di aiutarci al meglio nel programmare il percorso formativo ed ottimizzare il tempo da dedicare alla preparazione, con materiale didattico di indiscussa qualità e la possibilità di seguire le lezioni online standosene comodamente a casa.

Inoltre altro aspetto non secondario da prendere in considerazione è il collegamento diretto con gli istituti scolastici, il che si traduce anche in una maggiore assistenza e disponibilità nel momento in cui andremo a presentare le varie domande e la documentazione necessaria per poter accedere all’esame di maturità.

Scopri tutti i diplomi che puoi ottenere con i migliori corsi online e preparati al meglio per l’esame di maturità !!!
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.