Quanto è importante conoscere l’inglese nella vita di tutti i giorni

E’ un dato di fatto incontrovertibile che al giorno d’oggi la conoscenza della lingua inglese sia un requisito fondamentale per le esigenze della vita di tutti i giorni.

Partendo dal presupposto che parole mututate dalla lingua anglosassone hanno ormai da tempo trovato posto nel vocabolario italiano e sono da considerarsi di uso comune, come ad esempio welfare, startup, freelance, part time, smartphone e tante tante altre, è soprattutto per quel che riguarda il mondo del lavoro che l’inglese diventa un presupposto basilare per la ricerca di un nuovo impiego.

Ma se un tempo l’apprendimento della lingua d’oltremanica era facoltativo e poteva essere sostituito per esempio dalla lingua francese, oggi invece imparare l’inglese è divenuto obbligatorio e l’insegnamento parte addirittura dalle scuole elementari. Si sta quindi venendo a creare la situazione in base alla quale le nuove generazioni avranno tutte una conoscenza quantomeno minima della lingua, mentre per le generazioni precedenti il sapere l’inglese o meno sarà dipeso dall’istruzione ricevuta.

Per questo al giorno d’oggi sono sempre di più le persone che decidono di frequentare corsi di inglese in modo da imparare la lingua o addirittura perfezionarla se già in possesso delle basi. Fortunatamente esistono corsi alla portata di tutti sia a livello economico che a livello di difficoltà, ed è un dato di fatto che la conoscenza della lingua inglese sia sempre più diffusa anche tra i soggetti non più giovanissimi.

Rimanendo nell’ambito lavorativo, è anche giusto precisare che non sempre il livello richiesto è elevatissimo, e per molte mansioni è sufficiente una conoscenza base. Tuttavia, statistiche alla mano, è un dato di fatto che chi conosce bene la lingua inglese ha meno difficoltà, o comunque qualche difficoltà in meno, nel trovare un lavoro. Dobbiamo pensare che attualmente la concorrenza sia sul posto di lavoro che nella ricerca di occupazione è quantomai spietata, pertanto a parità di requisiti bisogna sempre trovare un modo per distinguersi dalla massa, ed avere una ottima conoscenza dell’inglese è senza ombra di dubbio una qualità molto apprezzata. Stiamo pur sempre parlando della lingua internazionale per eccellenza, la lingua di internet e del mondo web, degli scambi commerciali e più in generale di tutto quello che riguarda il business.

Inoltre, altro aspetto da tenere in considerazione è che ormai in tutti i colloqui e nei principali concorsi pubblici, è sempre previsto un breve dialogo o una traduzione in lingua inglese, quindi se si vuole avere qualche speranza di essere contattati nel proprio curriculum è buona cosa inserire una certificazione che si è riusciti ad acquisire o comunque un qualsiasi attestato riguardo alle proprie conoscenze. Abbiamo vari livelli dei certificati di Lingua, e se in Italia il livello più ambito risulta essere il B2, la cosa si fa più complicata qualora volessimo trasferirci all’estero, dove un livello quantomeno accettabile è il C1, di gran lunga più avanzato.

Il livello B2 comporta conoscenze che arrivano fino all’essere in grado di dare consigli, evidenziare vantaggi e svantaggi, persuadere o scoraggiare oppure esprimere rimpianti per il passato o speranza per il futuro, mentre dal punto di vista grammaticale, significa conoscere i diversi gradi di condizionale (first, second, third conditional), i verbi modali (should, would, might, ecc.) ed il discorso indiretto (he told me that… he said that… I was asked to…) giusto per dare un elenco esemplificativo. Possiamo quindi dire che prendendo in considerazione un programma didattico medio di una qualsiasi scuola superiore in inglese, il nostro livello al termine degli studi e la nostra maturità in inglese dovrebbero essere sufficienti a garantirci il raggiungimento di questo livello, o comunque di partire da una discreta base per poterlo ottenere in tempi tutto sommato brevi.

Pur rendendoci perfettamente conto che il discorso per diversi motivi non può essere alla portata di tutti, un’esperienza all’estero ed eventualmente l’acquisizione di un diploma in inglese sarebbe quel fattore in grado di elevarci rispetto alla massa e farci ottenere senza troppi problemi un posto di lavoro.

Molto spesso ciò che preoccupa maggiormente chi vuole imparare la lingua o comunque riprendere gli studi è la mancanza di tempo. Talvolta però è fondamentale però ottenere un diploma di scuola superiore, e così la soluzione migliore potrebbe quindi essere quella di iscriversi a corsi che ci consentono di ottimizzare le ore da dedicare allo studio con i nostri impegni quotidiani, riuscendo anche ad ottenere il diploma in un anno e recuperare così gli anni persi, con percorsi formativi personalizzati e che ovviamente non possono che comprendere al loro interno anche l’insegnamento della lingua inglese.

E’ molto importante però affidarsi solamente ad istituti dalla comprovata qualità e competenza, senza farsi attrarre da percorsi eccessivamente semplici ma che poi a conti fatti si rivelano inutili.

Iscriviti alle migliori scuole online ed impara in fretta l’inglese recuperando gli anni persi !!!
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *